Come una risorsa diventa prodotto

PaPress Agenzia Comunicazione Logo
13 Dicembre 2021

“Nel mio giardino c’è un bellissimo albero pieno di limoni.
Ce ne sono così tanti che se non mi faccio venire un’idea per usarli andranno tutti sprecati. E se mettessi su un bel chiosco di limonata fresca nel quartiere?
E poi, perché no, magari riesco a comprare dei pattini nuovi”.

limonata_risorsa prodotto

La risorsa è il nucleo primario da cui si genera un bene e nel termine stesso è implicito un concetto di costante e spontanea rigenerazione degli elementi naturali che la compongono.
Ed è proprio la natura, prima fonte di ogni economia, la vera protagonista di una visione assolutamente rivoluzionaria rispetto a quella canonica attraverso la quale siamo abituati
a ragionare, in ottica di mercato: nella realtà dei fatti sono due gli attori principali, la natura e l’uomo. Da qui in avanti, appare chiaro che l’antropocentrismo non è più sostenibile, senza svalutare per ovvie ragioni l’importanza della tecnica umana nella trasformazione degli elementi fisici.

Piuttosto, il processo di rigenerazione costante che la natura mette in atto, pur nella sua estrema spontaneità, si pone al servizio di un soggetto che sappia utilizzarlo a proprio vantaggio. In quest’ottica, la vera rivoluzione sta nell’assegnare alla natura un ruolo fattivo, nel riconoscere che sia regolata da specifici meccanismi produttivi e che procede di pari passo ed in continua connessione dialettica con l’operato umano.
Per non essere semplice materia, la risorsa ha necessariamente bisogno di qualcuno che abbia la capacità tecnica di provvedere al suo reperimento e alla sua ottimizzazione per soddisfare una domanda preesistente di materiali e servizi.

E cos’è il mercato se non l’insieme degli acquirenti che fanno la stessa domanda, che condividono lo stesso bisogno, che hanno la necessità di soddisfare gli stessi desideri?
Proprio da questa esigenza scaturisce la metamorfosi della risorsa in prodotto.

Ma cos’è veramente un prodotto?

È il frutto di una combinazione di caratteristiche naturali, strumentali e psicologiche, una rassicurazione per chi sta cercando una soluzione. È senza dubbio il risultato del lavoro sinergico della natura e dell’uomo con il fine ultimo
di creare valore e ricchezza. Dunque, è un oggetto tangibile soggetto allo scambio, che si traduce in bene fisico, oppure il risultato di un’idea, di uno sforzo tecnico che si declina come un servizio offerto ai consumatori.
Secondo la definizione più schietta di Kotler, il prodotto rappresenta 

“Qualsiasi cosa offerta sul mercato per l’attenzione, l’acquisizione, l’uso ed il consumo che porta al soddisfacimento di un bisogno specifico”.

In tal senso, dal microcosmo dell’acquirente viene desunto il macrocosmo del mercato.
Mi spiego: la black box del cliente gravita intorno alle influenze sociali, culturali, economiche e formula una risposta agli stimoli del mercato sulla base dei propri stimoli interni di natura personale, psicologica ed emotiva, legati soprattutto allo status, all’età, alla provenienza e alle attitudini. Il prodotto traduce in sintesi il tipo di comportamento d’acquisto e tutte le fasi di cui consta l’intero processo.

Se pensiamo a quanto facilmente siamo abituati ad effettuare un acquisto, tutto questo discorso potrebbe sembrare una sovrastruttura.
Tuttavia, riconoscere il ruolo appropriato che spetta a tutti
gli attori coinvolti è il primo passo per la comprensione
di un concetto fondamentale: la missione del marketing è
creare valore attraverso il prodotto.

Articoli recenti

Come nasce un nuovo prodotto?

 Come nasce un nuovo prodotto?"Mancava ora la ricetta giusta per la limonata più gustosa del quartiere. Un po’ di zucchero, acqua, succo di limone, il nostro ingrediente segreto ed il gioco era fatto".La nascita di un prodotto è un momento estremamente complesso e...

Bonus Pubblicità 2021: posticipato al 10 gennaio l’invio della dichiarazione sostitutiva

Bonus Pubblicità 2021:posticipato al 10 gennaiol’invio della dichiarazione sostitutivaA causa di un aggiornamento della piattaforma telematica, i termini per confermare la prenotazione del bonus pubblicità 2021 per i soggetti che hanno compilato e presentato la...

I vantaggi del co-marketing

I vantaggi delco-marketing“I limoni da salvare erano veramente troppi, non ce l’avrei mai fattada sola! Così ho chiesto aiuto al mio fratellino e gli ho raccontato della mia nuova idea”.L’unione fa la forza. E mai considerazione è più esatta di questa nel panorama del...

Comunicazione Farmaceutica – Il meccanismo emotivo della fiducia

Comunicazione Farmaceutica:Il meccanismo emotivo della fiduciaPromuovere un’adeguata strategia di comunicazione farmaceutica sembra un’impresa impossibile? Che all’industria del pharma non sia concesso un piano efficace di marketing rimane un preconcetto. Tuttavia, è...

Oggetti e rimedi curiosi dell’Antica Arte Sanitaria: La Porta Magica

In Piazza Vittorio Emanuele sorgeva la Villa del Marchese Massimiliano Palombara, uomo colto e dedito all’esoterismo. I fatti storici della Villa si intrecciano alla leggenda legata all’unica porta superstite tra le cinque originariamente collocate sul muro di cinta, denominata Porta Magica, anche conosciuta come Porta Alchemica.

Se scrivo in grassetto, mi leggi di più?

Se scrivo in grassetto, mi leggi di più?Si sa, scrivere non è mai semplice e scrivere sul web è ancora più complesso.La nostra soglia di attenzione è fissata a 8 secondi, tempo assolutamente sufficiente per abbattere circa 90 alberi della foresta amazzonica, ma non...

Ti è piaciuto questo articolo?

Parliamone!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *